Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Cinofilia

CinofiliaPer un vero cinofilo, il cane è molto più che un semplice ausiliare. Anzi, smette di essere un animale e diventa un compagno, un amico fraterno intimo e fidato; un membro della famiglia, da far crescere, accudire, curare. E soprattutto da rispettare e da amare. Un amore ricambiato in pieno, non solo con il lavoro ma anche con un carattere socievole e mai violento o aggressivo che fa dei cani da caccia i compagni di giochi più affidabili per i bambini.
La cinofilia della Fidasc vuole proprio sottolineare gli aspetti davvero speciali di un rapporto singolare che dura da millenni e che riesce a legare in maniera indissolubile un uomo al suo cane.
In questa disciplina federale, acquista rilievo la capacità dell’atleta che utilizza ausiliari (così vengono chiamati i cani che aiutano l’uomo nell’esercizio venatorio) delle più svariate razze, dando luogo a prove di “caccia” che si distinguono per la totale assenza di armi e, quindi, non prevedono l’abbattimento degli animali che possono essere di allevamento (e quindi immessi sul terreno prima della prova) oppure allo stato naturale.
Per le prove che prevedono il “riporto” dei selvatici abbattuti, in assenza di prede reali viene usato il cosiddetto “fintello”, un sacchetto ripieno di segatura che i cani devono riportare in maniera corretta al proprio conduttore.
Per ogni più dettagliata informazione sui diversi tipi di prova e i rispettivi regolamenti, si invita a visitare le pagine relative.

Suddivisione delle razze canine

 Le prove federali – come pure quelle dell’ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) prevedono la suddivisione delle razze canine in quattro grandi gruppi:

    1. cani da ferma
    2. cani da seguita
    3. cani da cerca
    4. retrievers
      1. Continentali italiani ed esteri: Bracco italiano e Spinone italiano fanno parte dei primi, mentre più numerosa è la famiglia degli Esteri : Bracco francese, Bracco portoghese, Bracco ungherese (Vizla), Bracco ungherese a pelo duro, Cane da ferma tedesco a pelo corto (Kurzhaar), Cane da ferma tedesco a pelo duro (Drathaar), Epagneul Breton, Griffone a pelo duro, Weimaraner. E questo, solo per citare i più conosciuti e utilizzati dagli atleti e dai cacciatori italiani. Per un elenco completo delle razze da ferma, che è molto più lungo e dettagliato, si possono consultare i siti che sono raggiungibili attraverso i link.
      2. Inglesi: Pointer Inglese, Setter gordon, Setter inglese, Setter irlandese.

Cani da ferma:

I cani da ferma sono così chiamati per la loro caratteristica istintiva a bloccarsi in vicinanza del selvatico. Questa “immobilità” statuaria assume pose più o meno plastiche e ha caratteristiche diverse a seconda della razza a cui il soggetto appartiene. La grande famiglia dei cani da ferma viene suddivisa in due grandi gruppi ai quali appartengono diverse razze canine:

 

Cani da seguita:

Segugio italiano a pelo raso, Segugio italiano a pelo forte, Segugio maremmano, Ariegeois, Basset blue de gascogne, Beagle, Beagle harrier, Grand (e petit) bleu de gascogne, Grand (e petit) basset griffon vendeen, Segugio del Giura, Segugio dell’Istria a pelo raso e a pelo duro,

Anche per i cani da seguita ci siamo limitati ad elencare i più conosciuti ed usati avvertendo, però, che le razze sono assai più numerose e il loro elenco completo può essere consultato (anche attraverso le immagini) presso i siti raggiungibili attraverso i link.

Diverse sono le tipologie di prove che vedono impiegati i segugi: su lepre, su cinghiale, in singolo, a coppie o in mute. Per ogni informazione si consiglia di consultare i relativi regolamenti.

 

Cani da cerca:

Cani da cerca: A differenza dei loro “colleghi da ferma” che istintivamente sono portati a bloccarsi in prossimità del selvatico, dopo averlo trovato a seguito della loro azione di lavoro, o la cui emanazione li ha raggiunti improvvisamente, i cani da cerca non si fermano ma costringono il selvatico ad involarsi o, comunque, ad uscire allo scoperto.

A questa categoria appartengono razze molto conosciute come: Cocker americano, Cocker spaniel inglese, Spaniel olandese, Spaniel tedesco, Springer spaniel inglese. Molto numerose, infine, le razze da riporto, soprattutto da acqua. Anche in questo caso, chiunque volesse avere notizie più dettagliate può utilizzare i link forniti.

 

Retrievers: